Azioni condivise per il contrasto all’AMR nel paziente fragile" />